Le copertine di Serigrafia

Trentasei anni di pubblicazione, quarantuno designer. Le copertine del bimestrale Serigrafia sono state dal 1956 al 1992 una palestra di progettazione grafica. Chi si è cimentato non riceveva alcuna direttiva se non quella di sviluppare un progetto che valorizzasse al meglio la resa della stampa serigrafica con la quale poi le copertine venivano realizzate.

Nei primi dieci anni – e poi ancora nel 1971 – ogni numero ospitava il lavoro di un grafico diverso poi è nato il sodalizio con Giancarlo Iliprandi e sono arrivate le serie, ogni anno sei soggetti legati da un tema. Potete navigare questo sito lasciando la sequenza al caso, come è proposta in home page, oppure facendo una ricerca per autore o ancora per anno.

Trentasei anni di pubblicazione, quarantuno designer. Le copertine del bimestrale Serigrafia sono state dal 1956 al 1992 una palestra di progettazione grafica. Chi si è cimentato non riceveva alcuna direttiva se non quella di sviluppare un progetto che valorizzasse al meglio la resa della stampa serigrafica con la quale poi le copertine venivano realizzate.

Prima numerazione
Anno: | Autore:
Colore e materia La copertina che vi proponiamo per questo mese è basata, come tutta la serie di copertine di quest'anno, sui due elementi essenziali della serigrafia: colore e materia.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Il viso umano è una delle raffigurazioni naturali maggiormente ricorrenti, forse per l'inconscio desiderio, che ognuno prova, di misurarsi con le immagini degli incontri quotidiani o con quella che lo specchio ripropone ogni mattina.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Come le ciliegie, una serie tira l’altra, oramai da anni. Orso, cavallo, fringuello, pavone, pantera, levriero ci hanno accompagnato at traverso l’84 con la loro eleganza immortalata da grafici raffinati.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Razionalismo e funzionalismo furono termini molto dibattuti, e persino antagonisti. Spinsero comunque a semplificare e radicalizzare molti problemi, spazzando gli ultimi malintesi epigoni di un estetismo formale pomposo e decorativo.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Ogni giorno si inventa la storia di una nuova serie di UFO. La scrivono mentre oggetti non identificati, perché assolutamente non identificabili, stanno sospesi nell’aria ad osservare. Veicoli azzurri nell’azzurro del cielo, accostamento di toni senza prevenzioni da pittore tonale.
Inediti
Anno: | Autore:
“La storia siamo noi” ci ricorda una canzone scritta per risvegliare i giovani, subito, purtroppo, fagocitata dai politichesi. “La storia siamo noi” cantano pure quelli che giovani non son più da un pezzo, ma neppure possono fieramente dichiararsi vecchi.
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Il bisogno di rifarsi a stilemi del passato nasce anzitutto da una forma di amore cieco. Vorrei scrivere da una venerazione ignorante, perché il più delle volte ignora gli antefatti.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Date al Vostro bambino una pace senza armi. Diversa da quella che le nazioni sorvegliano parlando ad alta voce di deterrente atomico. Da quella del Dottor Stranamore.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Giallo, colore d’estate. Rosso, colore dell’autunno. Le quattro stagioni sono sin troppo facili da identificare con un codice. Rivoluzione d’ottobre. Tramonti estenuanti. Vino giovane da assaggiare. Un camino già acceso.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
La coda del demonio nasce dal palmo della mano, le dita sono cariche di una energia non più contenuta, le dita si intrecciano scongiurando superstiziose, ed infine dal pollice cresce il grande tentatore per offrire a Eva chissà quali frutti.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
L'esecuzione della presente copertina mi ha dato la possibilità di esprimere un concetto, ricorrendo quasi ad un paradosso. Infatti la figura che si ripara con il piccolo ombrello dalla enorme cascata di colore, mette in evidenza i notevoli vantaggi che offre questo sistema di stampa...
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Mentre scriviamo queste note non è ancora chiaro se l’esecutivo della quinta copertina di quest’anno prevede una realizzazione rigidamente geometrica oppure più liberamente pittorica.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Disegni fotografici vengono definiti da Sandro Pessina quei particolari risultati a cui giunge fondendo disegno e tecnica fotografica. La copertina della nostra rivista è appunto un disegno fotografico.
Inediti
Anno: | Autore:
Sfogliando un vecchio quaderno di Linguaggio grafico che, prima o poi varrebbe la pena di rieditare, ecco un inedito del 1969 dal titolo  «Il lettering questo sconosciuto» che pare fatto apposta per concludere questa raccolta.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Date al vostro bambino giocattoli più intelligenti. Con i quali non sia costretto ad affermare la propria superiorità ad ogni costo combattendo gli altri, o allenandosi per farlo.
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Da Hugo a Bartes il passo è breve. Questa storia del carattere si fa sempre più affascinante per tutti gli scorci panoramici che continuamente ci apre e per quelli, più segreti, che continuamente ci nega.
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Se facciamo un rapido appello mentale, ci accorgiamo di conoscerne abbastanza pochi e di usarne abbastanza meno. Tutto ciò a dispetto delle sempre più ricche offerte di caratteri per fototitolatrici, piuttosto che per trasferibili.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Dopo aver progettato tante copertine per la medesima testata si è colti da timore di assuefazione o di ripetitività. Per esempio, ancora profili? (Ne parleremo in uno dei prossimi numeri) piuttosto che ancora disegni, ancora lettere dell’alfabeto.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Occorrerebbe saper disegnare cordoni ombelicali, ritrovare il tratto di Leonardo o quello, ancor più freddo e maniacale, di certi grandi illustratori nei tratta ti medici del secolo scorso.
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Mentre scriviamo queste note, nel mese di gennaio, siamo entrati negli anni ‘90, una decade importante che ci condurrà per mano sino alla fine di questo secolo. Pare l’occasione propizia per parlare di un’altra epoca, fondamenta1e per la nostra civiltà.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
L’abbecedario e stato un famoso luogo comune superato oramai dal video computer che allena i bimbi sin da piccoli ad immagini più complesse. A come asino, B come bisonte, C come colomba e via di seguito sino a zanzara.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
UN PROBLEMA DI MATERIA Ecco nuovamente un problema tonale cui è stato aggiunto quello della superficie materica, così tipico nella serigrafia.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
In questa ultima copertina Iliprandi fa il verso a Iliprandi. Sono circa cinque anni che, riprendendo una linea di ricerca iniziata su Scinautico nel 1962 circa, l'autore va limando un alfabeto geometrico «elementare».
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Ma chi sarà mai questo Bodoni, per i più, se non un importante disegnatore di caratteri anzi di un solo carattere, appunto il Bodoni. Un progettista che, come Baskerville e Didot, ha segnato l’avvento del frontespizio puramente tipografico?
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Uno di Piero non può mancare. Orrendo vizio questo di accantonare il cognome, per fingere dimestichezza. Certo: Dante, Raffaello, Galileo. Ma il Gianni (Agnelli o Rivera secondo il contesto) l'Umberto o il Silvio (per chi legge attuale) piuttosto che addirittura Karol. Che moda sciatta.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Sono rimasto ancora una volta sorpreso di ciò che si può realizzare in serigrafia, questo nobile sistema di stampa a telaio. Spesso risolvo problemi grafici con pittorica ricchezza di colore non dimenticando la mia educazione iniziale: la pittura.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Chi vorrebbe comperare profili. Lo scorso anno erano alfabeti, quest'anno abbiamo cambiato. Ma resta la vaga reminescenza letteraria. Profili. Confesso di subire il fascino del profilo, del lineare non modellato. Da quando mi sono invaghito di Madame Pollaiola.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
JAZZ-COLORE Un fondo arancione, un'orchestra jazz e delle onde viola, bastano a dar realtà a delle note che si allargano e ci toccano; riflettono la concretezza, il ritmo frenetico, la natura frammentata...
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Il bozzetto per la copertina di questo numero è stato disegnato da Vanni Viviani. Non ci si meravigli che anche sulla copertina della nostra rivista si ritrovi una delle sue mele...
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Avevamo promesso, credo fosse due anni fa, di dedicare le copertine di Serigrafia alla storia del carattere. Poi la scoperta della riscoperta di un preciso periodo tipografico ci ha distolti dal compito, senza però cancellarlo dalla lista degli impegni.
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Così parlando di caratteri, proprio come se parlassimo del più e del meno, siamo arrivati all’ultima tavola dell’annata 87, senza avere approfondito il problema delle due dimensioni o più.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Ogni procedimento di riproduzione di una immagine grafica e la stampa che ne deriva, denunciano i loro limiti nell'oggettività del processo ottico meccanico che non tiene conto della materia in cui l'opera autentica è stata concepita.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
L'arcobaleno nasce nel cielo dopo una forte precipitazione atmosferica, dopo un temporale. Per secoli è stato considerato un evento magico finché non si sono studiati i fenomeni di rifrazione e di scomposizione della luce.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Un’altra copertina dedicata a Albe Steiner. E' difficile trovare nella grafica di questo progettista un uso tipicizzante del lettering. Albe applicava il carattere senza ricorrere a deformazioni o artifici, in modo ortodosso.
Terza numerazione
Anno: | Autore:
Un importante ingegnere elettronico, che lavora in una multinazionale interessata alla produzione di Font per stampanti seriali, mi ha chiesto informazioni sul reperimento e l‘uso di caratteri.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
UN PROBLEMA DI LUMINOSITA’ Anche la copertina di questo numero, come già quella del numero 47, affronta il problema dei colori complementari o comunque accostati secondo un indice di complementarità.
Prima numerazione
Anno: | Autore:
Esistono immagini impossibili. Figure impossibili si dicono quelle che pur disegnate con esattezza geometrica non hanno un significato reale e quindi non esistono come oggetti costruibili.
Inediti
Anno: | Autore:
Gli anglosassoni chiamano i caratteri privi di grazie “sans serifs”, senza grazie appunto, ed a noi pare un modo preciso e definitivo per connotare una particolarità. Molte invece le denominazioni alle quali ci siamo adeguati in Italia.
Seconda numerazione
Anno: | Autore:
Eccoli dunque questi caratteri, nuovi almeno nella costruzione se non nell’aspetto. Alcuni sono eredi di una tradizione che si rifà a Mister Remington o ancora più addietro alla passione per gli scavi archeologici.